Una ragazza straniera, di nazionalità coreana, è stata travolta e uccisa da un tram la scorsa notte a Milano. L’investimento, secondo quanto riferito dalla Polizia locale e dal 118, è avvenuto alle 23.30 in piazza Oberdan, nella centralissima zona di Porta Venezia. L’incidente è avvenuto proprio alla fine della banchina della fermata del tram 9 in piazza Oberdan, dove i binari curvano per immettersi su viale Piave. La giovane, un turista di 20 anni, era in compagnia di tre amiche che, illese, sono state però portate in stato di choc all’ospedale. Secondo quanto riferito dal 118 per la giovane, straziata dal tram, non c’è stato niente da fare e i soccorritori hanno potuto solo constatarne il decesso. La Polizia locale ha confermato che si tratterebbe di una turista, di nazionalità coreana e residente in Inghilterra.

Secondo le prime ricostruzioni il tram ha fatto scendere e salire i passeggeri ed è ripartito, ma ancora non è chiaro come la ragazza si sia trovata ad attraversare mentre il tram era in cammino. Per disincastrare il corpo dalle rotaie sono state necessarie quasi due ore di lavoro dei vigili del fuoco e della Polizia locale, ma non c’è stato nulla da fare per salvarla. Stando alla versione messa insieme dalle prime testimonianze, la probabile ipotesi per spiegare l’incidente è che la ragazza, dopo aver passato la serata con alcune amiche e aver bevuto un po’, abbia attraversato la strada all’improvviso e sia scivolata. L’autista del tram, quindi, se la sarebbe trovata davanti senza riuscire a frenare in tempo. Oltre alle amiche della 20enne, anche l’autista del tram sarebbe sotto choc per l’accaduto.