Si indaga sull’ipotesi di omicidio-suicidio dopo il ritrovamento di due cadaveri scoperti in tempi diversi questa mattina ad Azzano Mella, nel Bresciano. Si tratta di un uomo di origine marocchina, di 32 anni, trovato impiccato ad un albero in un parco pubblico, e di una donna italiana di 46 anni abbandonata senza vita in una zona di campagna dello stesso paese.

I due avevano una relazione, circostanza che sta spingendo gli inquirenti sull’ipotesi dell’omicidio-suicidio. A far scattare l’allarme è stata la segnalazione di un ingegnere, tecnico comunale, che doveva effettuare un sopralluogo nel parco pubblico, dove ha trovato il corpo senza vita dell’uomo. La presenza della 46enne è stata invece segnalata da alcuni residenti nella zona delle cascine di Azzano, dove era stata rinvenuta un’auto con tracce di sangue.

Stando a prime indiscrezioni il 32enne aveva annunciato con un messaggio su Facebook ad una amica di voler uccidere la compagna, con la quale da tempo aveva una relazione sentimentale. La coppia era residente a Brandico, un piccolo centro distante pochi chilometri da Azzano Mella.

Redazione