Tre uomini, due fratelli di 17 e 20 anni e un loro cugino, sono stati arrestati per l’omicidio avvenuto domenica scorsa a Monastir, in Tunisia, di un 73enne italiano di Castellammare di Stabia (Napoli). I tre, secondo quanto riferisce il sito di notizie Akherkhabaronline, avrebbero confessato l’omicidio dell’uomo, avvenuto in seguito ad una rapina nella sua abitazione.

Un portavoce della magistratura di Monastir, citato dalla radio locale Jawhara, ha spigato che le indagini sono ancora in corso e che se fossero provati i reati di furto e omicidio, i tre sospetti arrestati rischierebbero la condanna a morte. 

Secondo quanto riferiscono i media locali, uno dei due giovani è stato individuato poche ore dopo l’omicidio e arrestato, confessando di aver agito per compiere una rapina col cugino, mentre il terzo complice si era reso inizialmente irreperibile, venendo arrestato dopo una caccia all’uomo.

L’omicidio del 73enne napoletano segue un episodio simile avvenuto nel maggio 2019 sempre a Monastir, con il ritrovamento senza vita di Giuseppe Nisticò, 72enne calabrese. Per il suo omicidio, il corpo venne trovato nel letto con segni di percosse, la polizia arrestò un 26enne conoscente della vittima e un complice.