In Norvergia ci sono più morti e diversi feriti in seguito a un attacco, ad opera di un uomo armato di arco e frecce, avvenuto nel tardo pomeriggio di mercoledì 13 ottobre a Kongsberg, cittadina a una ottantina di chilometri dalla capitale Oslo, non lontano da un campus di studenti.

L’attacco, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe partito intorno alle 18 da un supermercato, la Coop Extra. Da qui, poi, si sarebbe spostato in altre zone di Kongsberg, tutte isolate dalle autorità. Sui luoghi dove è avvenuta l’aggressione sono presenti dozzine di veicoli di emergenza, tra cui ambulanze, auto della polizia ed elicotteri.

L’autore dell’agguato è stato arrestato dalla polizia che ha avviato indagini per far luce su quanto accaduto. Non si esclude si sia trattato di un attacco terroristico: “Il tempo dirà che tipo di movente c’è stato per questa azione”, ha detto la polizia citata dai media norvegesi.

Almeno 5 vittime: poliziotto ferito da freccia alla schiena

Sono almeno cinque le persone uccise.  Secondo il Drammens Tidende un agente di polizia sarebbe rimasto ferito alla schiena da una freccia. Al momento la polizia non ha fornito un bilancio ufficiale delle vittime.

“Purtroppo, possiamo confermare che ci sono diversi feriti e anche, sfortunatamente, diversi morti”, ha detto in conferenza stampa Oyvind Aas, un funzionario della polizia locale. “L’uomo che ha commesso questo atto è stato fermato dalla polizia e, per quanto ne sappiamo, c’è solo una persona coinvolta”, ha aggiunto il rappresentante della polizia. Al momento la polizia non ha fornito dettagli sul sospettato, tranne che è un uomo ed è stato portato alla stazione di polizia nella vicina città di Drammen. “Non stiamo cercando altre persone”, ha aggiunto Aas.

“La ministra della Giustizia e della gestione delle emergenze Monica Mæland è stata informata della situazione a Kongsberg e la sta seguendo da vicino”. Lo rende noto su Twitter il ministero della Giustizia.

Redazione