Voleva fumare una sigaretta ed è uscita all’esterno del ristorante dove si stava celebrando il matrimonio della sorella. Mercédesz Vivien Zakor, 23enne ungherese arrivata poche ore prima in Italia per l’occasione, è stata travolta da due auto davanti alla villa, a Torre di Mostro, in provincia di Venezia. Una carambola drammatica che non ha lasciato scampo alla giovane, morta sul colpo a causa delle gravi ferite riportate.

L’incidente intorno alle 21.30 di sabato 20 novembre con le due vetture che, complice anche la fitta nebbia, con la visibilità ridotta a pochi metri, non sono riuscite a frenare in tempo, probabilmente anche a causa delle velocità sopra la media con la quale procedevano. La giovane ha oltrepassato il cancello della residenza agricola dove si stava celebrando il matrimonio, senza accorgersi che aveva invaso parte della strada. E’ stata travolta da un’auto e, poco, da un’altra vettura proveniente dalla corsia opposta.

Una tragedia che ha sconvolto i presenti. Alcuni testimoni hanno raccontato alle forze dell’ordine di aver visto la 23enne lasciare il proprio posto a tavola e incamminarsi verso l’uscita. Poi il drammatico epilogo mentre amici e parenti stavano festeggiando i due sposi.

Sul posto sono giunti i carabinieri di Portogruaro che hanno cercato, tra l’altro, di ricostruire la dinamica dell’incidente. I conducenti delle due auto sono stati indagati per omicidio stradale.

Napoletano doc (ma con origini australiane e sannnite), sono un aspirante giornalista: mi occupo principalmente di cronaca, sport e salute.