Sanremo, “Io sono Paolo”: la storia del rapper 22enne affetto da SLA

Paolo Palumbo è il super ospite sul palco del Festival di Sanremo. Affetto da Sla, il 22enne sardo ha scoperto di avere questa malattia all’età di 17 anni. E’ salito sul palco dell’Ariston grazie a una speciale rampa montata apposta per lui, e canterà sdraiato, puntando con le pupille il comunicatore verbale che da un anno gli ha ridato una voce, seppure artificiale. Nel suo curriculum si porta il record di malato di Sla più giovane d’Europa, una diagnosi che gli è crollata addosso quando mestoli e coltelli hanno cominciato a cadergli di mano. La sua storia ha emozionato il pubblico che lo ha applaudito e ha ammirato la sua forza.