Un condominio signorile che nascondeva una casa di appuntamenti a luci rosse. A scoprirli sono stati gli agenti della polizia municipale di Santa Maria Capua Vetere (Caserta), che hanno sequestrato l’appartamento di via Irlanda utilizzato da due donne cinesi per prostituirsi.

L’attività di indagine è nata a seguito di alcune segnalazioni da parte dei residenti del parco Anfiteatro. Il locale comando dei vigili ha quindi provveduto, con un agente in borghese che si è finto cliente e si è fatto ‘adescare’ dalle donne, a fare l’irruzione nell’appartamento trasformata in ‘casa del piacere’.

Le due donne cinesi, entrambe di circa 40 anni, sono state denunciate, così come il conduttore dell’appartamento per favoreggiamento della prostituzione.