“Su ReiThera non conoscono, perché non sono ancora pubbliche, le motivazioni della sentenza della Corte dei Conti. Non mi pronuncio nel merito anche perché peraltro riguarda le scelte compiute dal governo nei mesi scorsi”. Così il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, nel corso della presentazione dei risultati degli ‘Open Day Over 40′ e degli effetti della campagna vaccinale sulla mortalità nel Lazio. “Noi, come Regione Lazio, abbiamo finanziato la ricerca italiana, sono contento di quella scelta, e penso sia stata giusta – sottolinea -. L’Italia è un grande paese nel mondo, ci lamentiamo tutti i giorni del fatto che i ricercatori italiani fuggono all’estero per cercare lavoro, ed è a mio giudizio evidente che rispetto alla grande sfida del Covid, un grande paese come il nostro, che ha una storia nella scienza e nella ricerca non solo medica, non poteva stare a guardare nella competizione per quanto riguarda tutto il comparto del vaccino Covid. Continuo a pensare, ma questa è una scelta del governo, che il governo dovrà sostenere lo sforzo e le capacità del mondo della ricerca e della scienza italiana per avere un ruolo nel mondo in questa competizione, e non sempre o solo dipendere dalle scelte che si fanno in altri paesi o in altri contesti produttivi”. “Le parole del ministro Giorgetti da questo punto di vista mi fanno essere ottimista. Ha dichiarato che conferma la volonta di non arretrare rispetto all’obiettivo che l’Italia deve avere di essere protagonista anche su questo settore”, conclude Zingaretti.
RISULTATI DA RECORD

“Rispetto all’obiettivo prioritario di abbattere il tasso di mortalita’ degli anziani, possiamo dire di avercela fatta. Il calo della mortalita’ del 95% e delle ospedalizzazioni al 91% per la popolazione anziana vuol dire che la campagna vaccinale e il vaccino funziona”. Cosi’ Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, durante la conferenza
stampa di presentazione dei risultati “Open Day Over 40” e degli effetti della campagna vaccinale sulla mortalita’ nel Lazio. Presenti alla conferenza stampa anche Alessio D’Amato, assessore alla Sanita’ e Marina Davoli, direttore del Dipartimento di Epidemiologia del Lazio. Negli ultimi tre giorni le somministrazioni effettuate superano del 26% il valore target indicato dal Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19 Generale Francesco Paolo Figliuolo.

Sofia Unica