Tutti i personaggi della Disney sono caratterizzati da un colore. Scelta casuale fatta dagli animatori? No, nulla è lasciato al caso. Secondo gli psicologi infatti ogni colore rappresenta o stimola una sensazione e, secondo una linea generale, i colori più tenui e vivaci ben rappresentano i personaggi positivi e quelli scuri quelli negativi. Non è un caso quindi che Belle nel suo primo ballo indossi un abito dorato che richiama quello di Pocahontas, Aurora ne ha uno rosa come Anna di Frozen, Cenerentola uno azzurro come Alice nel Paese delle Meraviglie e Ariel ha la coda da sirena verde come il vestito da battaglia di Mulan. Poi ci sono i cattivi che sono sempre caratterizzati da una predominanza di nero come il caschetto di capelli di Crudelia De Mon, l’abito di Ursula o Grimilde, la strega di Biancaneve.

Il sito americano Vennggage, tra i più cliccati per la creazione di grafiche online, ha realizzato un’infografica che mostra come ogni colore e sfumatura comunichi allo spettatore emozioni diverse. I grafici hanno scelto 40 personaggi buone e 40 cattivi nell’olimpo Disney e Pixar e li ha divisi in base alla predominanza di colore dei loro abiti. Il risultato è una divisione dei personaggi in base alle loro caratteristiche comuni che rendono chiara la scelta cromatica adottata. Succede così che tutti i personaggi che hanno come colore predominante il giallo sono caratterizzati da gioia, felicità, ingegno ed energia. Tra questi troviamo Belle che con il suo abito da sogno sconfigge il pregiudizio nei confronti della Bestia e con ingegno riesce a superare tutte le difficoltà, poi c’è Biancaneve che non si abbatte e reagisce con grande voglia di fare, Pocahontas che lotta per il suo popolo, e infine Woody, il simpatico cowboy di Toy Story, leader dei giocattoli di Andy, indossa un gilet giallo.

 

 

Dal lato opposto della scala cromatica ci sono i colori scuri che simboleggiano il male ma anche l’eleganza. Nero è l’abito di Frollo, il giudice del Gobbo di Notre Dame, nera è la criniera di Scar, lo zio di Simba che uccide Mufasa e ne usurpa il trono. Colore dominante di tutte le streghe rappresentate nelle fiabe è il nero con qualche punta di viola che rappresenta l’ambizione al potere e la nobiltà. Non a caso il viola compare negli abiti di Malefica e Grimilde, ma anche in quello di Anna, principessa di Frozen. Viola è anche il gilet di Aladdin che da povero ladruncolo di strada ambisce a una vita migliore. Altro colore molto diffuso tra i personaggi è l’azzurro che non a caso rappresenta la lealtà, la fiducia e la stabilità. Tutte le fate sono caratterizzate da abiti azzurri, dalla fata madrina di Cenerentola a quella di Pinocchio. Cenerentola è la ragazza che resta sempre fedele a se stessa e alla sua famiglia nonostante sia vittima di matrigna e sorellastre, il Genio della lampada è sempre leale al suo padrone e Alice compie un viaggio all’insegna della fiducia nel prossimo.

Ma l’azzurro, comprese le sfumature che vanno nel blu, sono caratteristici anche dei personaggi cattivi, ma secondo l’infografica di Venggage, è il colore utilizzato per smorzare la loro negatività. Ade, il cattivo di Hercules, ha la pelle completamente blu ma è probabilmente il malvagio più simpatico della Disney: nonostante abbia tentato più volte di uccidere il nipote Hercules, lo spettatore prova simpatia per lui. Anche Darla Sherman è un personaggio negativo in ‘Alla ricerca di Nemo’, ma è pur sempre una bambina quindi non comunica totale crudeltà o cattiveria come gli antagonisti di altre storie. È blu anche Stitch che nasce per essere cattivo, ma quando atterra dallo spazio sulle Hawaii e conosce la piccola Lilo, cambia e diventa un amico leale.

Poi c’è il verde che è il colore associato alla speranza, alla formazione e ai cambiamenti. In questo arco cromatico rientrano personaggi come Ariel, la sirenetta, che lascia la sua famiglia ed è disposta a cambiare tutto di se per realizzare il suo sogno di una vita sulla terra. Poi c’è Mulan che da donna che deve imparare a occuparsi solo di faccende domestiche si trasforma in un combattente che rischia tutto per salvare la sua nazione. Verde è anche l’abito di Merida, la ribelle principessa Pixar del film Brave: nel corso del film cambia prospettiva e inizia a vedere il mondo con gli occhi di sua madre, con cui era in costante lite all’inizio della storia.