Non solo la settimana di stop forzato per le elezioni politiche, unico caso in Italia. Gli alunni napoletani che frequentano le scuole elementari e dell’Infanzia non potranno per il momento accedere al servizio di refezione scolastica perché il sito è da tempo in manutenzione. La mensa per i piccoli alunni è in programma dal 3 ottobre ma quando mancano pochi giorni non c’è ancora nessuna comunicazione ufficiale.

“A noi è arrivata una circolare della scuola che ci chiedeva di affrettarci entro il 30 settembre a compilare la domanda” racconta un genitore al Riformista ma “il sito non funziona e non sappiamo cosa fare”. Sul portare del comune in effetti compare la scritta “Ci scusiamo per il disagio”. Anche perché prova ad accedere al portale “refezionenapoli.it/panel/simeal_login”, dove Simeal sta per Sistemi Innovativi per i servizi scolastici, non è consentito compilare la domanda per il servizio di refezione.

Oltre al disservizio tecnico c’è tuttavia un altro aspetto da analizzare e che, probabilmente, farà ulteriormente slittare l’avvio della refezione scolastica. Ad oggi, 28 settembre, il Provveditorato non ha ancora pubblicato i calendari relativi al personale Ata in attesa dell’incarico annuale. Circostanza che, per buona parte delle scuole pubbliche del comune partenopeo, non permette di garantire l’orario prolungato per carenza di personale.

Con l’avvio della mensa, infatti, i piccoli alunni pranzano alle 12 per poi trattenersi a scuola anche fino alle 16. Senza un numero adeguato di collaboratori scolastici, molti istituti dovrebbero obbligare il personale Ata a veri e propri tour de force dalle 7.30 del mattino alle 5 del pomeriggio. Una situazione che lo stesso Comune guidato da Gaetano Manfredi, e nello specifico l’assessora alla Scuola, la professoressa Maura Striano, dovrebbero affrontare quanto prima. 

 

 

Avatar photo

Giornalista professionista, nato a Napoli il 28 luglio 1987, ho iniziato a scrivere di sport prima di passare, dal 2015, a occuparmi principalmente di cronaca. Laureato in Scienze della Comunicazione al Suor Orsola Benincasa, ho frequentato la scuola di giornalismo e, nel frattempo, collaborato con diverse testate. Dopo le esperienze a Sky Sport e Mediaset, sono passato a Retenews24 e poi a VocediNapoli.it. Dall'ottobre del 2019 collaboro con la redazione del Riformista.