Elena Santarelli, showgirl e attrice e conduttrice tv, dopo due anni denuncia: denuncia una utente, una hater, che da tempo la perseguita. E che le scrive messaggi tramite profili fake, che cambia di continuo, augurandole che il figlio torni ad ammalarsi di tumore. Santarelli, 40 anni, moglie dell’ex calciatore Bernardo Corradi dal 2014 e madre di due figli, oltre un milione e 800mila follower su Instagram, ha invitato i suoi contatti a segnalare uno di questi profili.

“Segnalatela in massa – ha scritto la modella in un post su Instagram – cambia profilo ogni due settimane e ogni 2 settimane augura a mio figlio che torni il Cancro nel linguaggio che lei preferisce, lo fa così o in un altro modo. Instagram dovrebbe impedire a certe persone di stare sui social. Ho fatto di tutto per segnalarti, di tutto e non aggiungo altro. Quanto ti vorrei vedere in faccia per capire che Schifo di essere umano sei. Ti vorrei portare nei reparti di oncologia a farti vedere che vita fanno i bambini! Mi tormenti da due anni, lasciaci in Pace!”.

Si chiama Giacomo il figlio di Corradi e Santarelli, ha 12 anni e nel 2017 gli venne diagnosticato un tumore al cervello. “La cosa peggiore – aveva dichiarato in un’intervista a Il Corriere della Sera – è che non ero presente alla risonanza. Ero stata operata all’anca e avevo stampelle e dolori, è andato solo Bernardo, ma non avevamo sospetti, era un esame fatto per precauzione. Quando mio marito è tornato a casa, gliel’ho letto in faccia. Sono andata in bagno e ho vomitato. Poi, mi sono messa a piangere in silenzio, per non farmi sentire da mio figlio. Giacomo mi ha chiesto di giocare alla Playstation e l’ho fatto”.

Il bambino è stato curato al Bambin Gesù di Roma. Già in passato la showgirl aveva raccontato di aver ricevuto lei stessa auguri affinché anche lei si ammalasse di cancro. Santarelli ha raccontato la battaglia del piccolo e della famiglia attraverso i social. Ha annunciato la guarigione dal tumore nel maggio del 2019. “Quando vi ho resi partecipi del problema che ci ha colpiti ho anche promesso che quando sarebbe arrivata la tanto attesa comunicazione della fine delle cure l’avrei condivisa con tutti voi. Ecco quel giorno è arrivato: Giacomo finalmente è in ‘follow up’!”.

Santarelli dopo la diagnosi del figlio ha raccontato l’esperienza e il trauma senza vergogna e partecipato e collaborato a raccolte fondi e iniziative di sensibilizzazione sul tema. Ha raccontato la storia sua e di suo figlio e della sua famiglia in un libro, Una mamma lo sa, edito da Piemme. Su Instagram oggi sottolinea l’urgenza del social network di prendere provvedimenti verso gli hater.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Elenasantarelli (@elenasantarelli)

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.