A poco più di un mese delle nozze con futuro sposo Christopher Robinson, Amanda Knox suscita nuove polemiche in Italia. La 32enne di Seattle assolta definitivamente nel 2014 per l’omicidio di Meredith Kercher, ha pubblicato su Instagram un selfie in cui posa con la ‘divisa’ da detenuta che indossava nel carcere Capanne di Perugia.

“Rimangono 40 giorni al matrimonio e 267 attività nell’elenco delle cose ancora da fare, mi sono ritratta nella mia sala hobby con la mia vecchia uniforme della prigione. Letteralmente la stessa maglia e gli stessi pantaloni che indossavo nella casa circondariale di Capanne a Perugia”, scrive la 32enne nel post su Instagram, con un chiaro riferimento ai 4 anni di reclusione nella casa cirdondariale.

Una foto che ha suscitato reazioni alterne, tra chi ha sottolineato “il lungo cammino da quell’uniforme” esprimendo felicità per essersi “ripresa la tua vita”. Ma c’è anche chi, nonostante la giustizia italiana abbia chiuso definitivamente la vicenda di Amanda con l’assoluzione, critica l’atteggiamento della Knox: “Pensavo che l’avessi bruciato, ma che coraggio ci vuole per rimetterlo!”, si legge in un post.