Un’ambulanza donata al Cardarelli per ricordare Mariano Panariello, il 34enne che ha perso la vita in un incidente stradale nella zona dei Colli Aminei a Napoli il 4 dicembre 2019. Un gesto di grande solidarietà quello di Alba e Rosario Panariello, genitori del ragazzo scomparso prematuramente, che lunedì 5 luglio, alle ore 10, consegneranno ufficialmente il mezzo di soccorso alla direzione generale del più grande ospedale del Sud Italia.

L’ambulanza, completa di tutte le attrezzature necessarie per il primo soccorso, porterà sulle fiancate il nome di Mariano Panariello. Un gesto quello della famiglia volto a onorare la memoria del 34enne, ennesima vittima della strada. “La sua storia deve essere di esempio e di aiuto a tante persone” fanno sapere Alba e Rosario, assistiti dall’avvocato Nicola Tripani, che il giorno 4 di ogni mese ricordano Mariano con la celebrazione di una messa.

Il 34enne perse la vita in via Vecchia San Rocco. Si trovava in sella a uno scooter di grossa cilindrata quando si scontrò con un altro motorino proveniente dal senso di marcia opposto e che invase la corsia di marcia del 34enne. Nonostante il casco, morì dopo una breve agonia all’ospedale Cto in seguito alle gravi lesioni riportate. Mariano era molto conosciuto e benvoluto in città: organizzava eventi e lavorava, nel tempo libero, come pr (pubbliche relazioni).

Prima della consegna al Cardarelli, domenica 4 luglio, alle 19, l’ambulanza verrà benedetta presso la Parrocchia di S. Maria di Costantinopoli a Cappella Cangiani, in via Mariano Semmola.

Giornalista professionista, nato a Napoli il 28 luglio 1987, ho iniziato a scrivere di sport prima di passare, dal 2015, a occuparmi principalmente di cronaca. Laureato in Scienze della Comunicazione al Suor Orsola Benincasa, ho frequentato la scuola di giornalismo e, nel frattempo, collaborato con diverse testate. Dopo le esperienze a Sky Sport e Mediaset, sono passato a Retenews24 e poi a VocediNapoli.it. Dall'ottobre del 2019 collaboro con la redazione del Riformista.