Le innovazioni tecnologiche hanno reso possibile la creazione di strutte al limite dell’immaginazione, come ad esempio il Voyager Station, il primo hotel nello spazio. Non meno sconvolgente sono invece gli hotel galleggianti ormai presenti in diverse parti del mondo come: India, Tanzania, Maldive, Singapore, Serbia, Francia e Inghilterra. A questa lista si aggiungerà entro il 2025 anche il Qatar che nel marzo 2020 ha iniziato la costruzione di un hotel galleggiante del tutto ecosostenibile.
Infatti, il team di progettazione turco Hayri Atak Architectural Design Studio (HAADS), ha battuto tutti i record di ecosostenibilità nella creazione di questa nuova struttura galleggiante che molto probabilmente, sarà l’hotel galleggiante più all’avanguardia di sempre. Il motto dell’azienda HAADS è infatti “minima perdita di energia e zero sprechi” raggiunto grazie anche alla collaborazione con numerosi esperti tra cui ingegneri di costruzione navale e architetti.
Le novità più sorprendenti sono diverse: autoproduzione di energia, rotazione della struttura e possibilità di cambiare luogo. La struttura galleggiante sarà in grado di autoprodurre energia, raccogliere e riutilizzare l’acqua piovana e gli scarti alimentari. Il funzionamento meccanico dell’hotel sarà come quello di una dinamo ovvero una macchina elettrica in grado di trasformare un lavoro meccanico, ricevuto da una fonte di energia meccanica, in energia elettrica sotto forma di corrente continua. Per l’hotel il concetto non cambia poiché sfrutterà la corrente d’acqua con turbine eoliche e di marea mentre ruota convertendo tutta l’energia ricavata in elettricità.
Anche il design dell’hotel è stato studiato per unire l’utile al dilettevole. Non sfuggirà agli occhi del visitatore infatti il suggestivo tetto dell’hotel a forma di vortice che però è stato progettato anche con lo scopo di raccogliere l’acqua piovana da riutilizzare per diversi scopi, come ad esempio quello dell’irrigazione.
Non solo il design dell’hotel di lusso, tutta l’aria copre una superfice di 35mile metri quadrati che dispone di 152 camere. Gli ospiti potranno accedere alla struttura tramite un molo galleggiante collegato alla terra ferma o via elicottero o semplicemente in barca. Ovviamente il movimento della struttura non sarà avvertito dalle persone all’interno di essa grazie a un sistema controllato dal computer che oltre a mantenere la giusta posizione, farà si che l’hotel impieghi 24 ore per completare un giro di 360 gradi. Sebbene l’hotel inizialmente avrà sede in Qatar, la struttura può anche cambiare posizione e con “la giusta corrente” potrà raggiungere altri posti nel mondo.
Per tutti coloro che avranno la possibilità di soggiornare sull’hotel saranno garantiti anche tutti i servizi disponibili che ogni hotel di lusso deve avere: piscine interne ed esterne, un centro benessere, una palestra e un campo da minigolf. Il prezzo per notte ancora non è stato stimato.

Laureata in relazioni internazionali e politica globale al The American University of Rome nel 2018 con un master in Sistemi e tecnologie Elettroniche per la sicurezza la difesa e l'intelligence all'Università degli studi di roma "Tor Vergata". Appassionata di politica internazionale e tecnologia