Si sono incontrati in un bosco e hanno dato il via a un grande rave party. Erano circa 400 persone. È successo ad Astio, dove i carabinieri hanno denunciato 290 persone, quasi tutti giovanissimi. L’assembramento – del quale non si sentiva il bisogno, mentre i contagi da coronavirus continuano a salire – è stato rintracciato e punito.

A indagare i carabinieri di Villanova d’Asti. La festa si era svolta il 5 luglio a San Martino Alfieri in località Tanarella, un’area boschiva lungo le rive del fiume Tanaro. Quasi tutti giovanissimi i partecipanti, quasi tutti residenti in Piemonte e Lombardia, 43 abitano nell’astigiano.
L’alto volume della musica aveva attirato segnalazioni e protesta anche dai paesi limitrofi.

Inizialmente, dopo l’identificazione di circa 300 partecipanti, le multe erano state elevate per violazioni delle norme anti-covid. Il totale: 25mila euro. Le denunce poi sono scattate per invasione di terreni. Nel bollettino del 29 agosto sono stati 90 i nuovi contagi da coronavirus in Piemonte.

Redazione