Una “giornata dura” quella appena trascorsa per Twiter. Ad ammetterlo sullo stesso social è stato il fondatore e amministratore delegato Jack Dorsey, e in effetti il danno di immagine per la compagnia è stato altissimo, mentre per quanto riguarda quello economico è attualmente impossibile fare previsioni.

Il social network è finito sotto attacco hacker nelle scorse ore, un ‘raid’ che ha preso di mira alcuni tra gli account più seguiti o di personaggi più importanti del web, dell’economia e della politica. Quando sulla costa orientale erano le 4 del pomeriggio dai profili Twitter di personaggi come Elon Musk, Barack Obama, Bill Gates, Joe Biden e Kanye West sono partiti messaggi, tutti identici, in cui si invitavano i followers a inviare Bitcoin (la moneta virtuale, ndr) per ricevere il doppio del denaro in dollari.

Iniziano ore di panico totale nell’azienda perché la figuraccia è planetaria. Mentre i tecnici si mettono al lavoro per arginare l’attacco hacker, il titolo a Wall Street perde il 3,28%, un antipasto di quello che potrà accadere nelle prossime ore.

Secondo il New York Times, gli hacker avrebbero sfruttato il sistema interno dell’azienda, entrando grazie alle credenziali di accesso dei dipendenti. Non ci sarebbe quindi un attacco a uno degli “account Vip” finiti nel mirino, ma il tutto sarebbe riconducibili a una gigantesca falla di sicurezza nel sistema di Twitter. Sempre il Nyt scrive che sarebbe da escludere la mano di un Paese straniero dietro l’attacco, considerando in particolare la semplice richiesta-truffa di Bitcoin: se dietro l’offensiva ci fosse stato una potenza mondiale come Cina o Russia le conseguenze sarebbero state infatti ben diverse.

Per la britannica BBC il sito “cryptoforhealth.com”, a cui alcuni account violati invitavano a inviare denaro, è stato registrato dall’indirizzo mail mkeyworth5@gmail.com, mentre il nome della persona che ha creato il sito web sarebbe “Anthony Elias”. Per il sito americano di tecnologia The Verge gli hacker dal momento dell’attacco avrebbero raccolto più di 100mila dollari.