L’avviso di garanzia è l’espressione che in gergo giornalistico indica l’informazione di garanzia. È un istituto disciplinato dall’articolo 369 del codice di procedura penale che prevede una comunicazione formulata dal pubblico ministero e che ha come destinatari l’indagato e la persona offesa dal reato.

Viene detta “di garanzia” in quanto l’obbligo di ricorrere a questa interviene quando il pm responsabile delle indagini deve compiere “un atto garantito”. Per “atto garantito” si intende un atto al quale il difensore dell’indagato ha diritto di assistere, come l’interrogatorio, l’ispezione e il confronto.

L’informazione viene spedita tramite un plico chiuso per posta raccomandata con ricevuta di ritorno. All’interno si trovano tutte le indicazioni che riguardano le norme presuntamente violate insieme con il luogo e la data dei fatti in questione. Quando il pubblico ministero lo ritiene opportuno, l’avviso di garanzia può essere notificato attraverso la polizia giudiziaria.