È tragico il bilancio dell’incidente che si è verificato nella notte a Quiliano: due le vittime. Molto giovani. È successo nel comune in provincia di Savona, intorno alla mezzanotte. La prima ricostruzione parla di un gruppo di ragazzi, una decina, che camminavano lungo i binari della ferrovia. Una decina di ragazzi di etnia curda. A quell’ora non avrebbero dovuto essere in giro visto il coprifuoco in vigore anche nelle Zone Gialle per quello che è stato previsto dal penultimo dpcm per contrastare l’emergenza coronavirus.

L’incidente si è verificato a 400 metri dalla stazione. Il treno regionale proveniva regolarmente da Milano per Albenga. Si è trovato sulla strada il gruppo di ragazzi. Due sono stati investiti e sono deceduti. Niente da fare per i soccorsi. Immediato l’intervento della polizia ferroviaria e di alcune pattuglie della questura come dei sanitari del 118. Gli altri otto ragazzi sono rimasti illesi. Tra questi anche il fratello di una delle vittime.

Dalla Questura del capoluogo ligure, scrive l’Agi, fanno sapere che si sta cercando un interprete per ricostruire la dinamica dell’incidente e per capire perché il gruppo di ragazzi era a quell’ora in giro lungo la strada ferroviaria. Il Secolo XIX scrive che gli otto ragazzi rimasti illesi avrebbero dichiarato alla polizia che la loro intenzione fosse quella di raggiungere in qualche modo la Francia. Intorno all’una sono stati portati in Questura. Sul posto sono arrivati, poco dopo la notizia della tragedia, il sindaco Isetta e due consiglieri comunali.

Redazione