È straordinaria l’iniziativa ideata dall’associazione “Cani di Somma”, in collaborazione con il comune di Somma Vesuviana. I cani di strada, infatti, potranno mangiare e bere grazie a degli speciali dispenser realizzati con dei materiali che andavano essere portati in discarica. L’iniziativa ha un duplice obiettivo: garantire ai cani randagi il cibo e acqua, ma con un occhio all’ambiente trovando un riuso costruttivo per dei materiali che altrimenti sarebbero finiti in una discarica.

Per far si che il progetto vada avanti con ottimi risultati, la collaborazione tra i due enti è fondamentale. Si è stabilito stabilito che i volontari forniranno le crocchette e il comune assicurerà il sostegno all’iniziativa. Ad oggi le postazioni, ancora in via sperimentale, sono sei e se il progetto dovesse avere il meritato successo, potrebbero diventare molte di più.

L’ assessore Rosalinda Perna ha detto al Corriere del Mezzogiorno: “Questi dispender sono installati in 6 punti diversi della città di quelli che erano tubi dismessi delle caditoie sono stati trasformati, speriamo che introducano una nuova mentalità: quella di una pacifica convivenza tra animali e persone. È una svolta ecologica perché attraverso materiale riciclato noi riusciamo a dare vita a quello che una volta era un rifiuto trasformandolo in utilità. Anche il cittadino comune potrà mettere cibo ed acqua”.

Mariarosaria Di Prisco, referente dell’associazione Cani di Somma, sottolinea l’importanza di prendersi cura di tutti i cani. “Un cane che riesce a cibarsi è un animale sicuro, sano e dunque a vantaggio della comunità, in giro si vedevano ciotole e contenitori. In modo ecologico abbiamo rivalutato delle tubature in vetroresina destinate allo smaltimento. Ci sono persone che spesso danno del cibo o vogliono darlo ai cani e non hanno un punto esatto dove posizionarlo. Ora ci sono i dispenser”.

Anche il sindaco della cittadina della provincia di Napoli, Salvatore Di Sarno ha lanciato un appello a tutti i suoi cittadini, ringraziando i volontari del territorio che “lavorano con passione ed amore su più fronti per fare in modo che il nostro comune abbia una buona qualità di vita. Queste persone riescono con il loro impegno civico a darci una mano davvero importante”.

Laureata in relazioni internazionali e politica globale al The American University of Rome nel 2018 con un master in Sistemi e tecnologie Elettroniche per la sicurezza la difesa e l'intelligence all'Università degli studi di roma "Tor Vergata". Appassionata di politica internazionale e tecnologia