Sulla sua pagina Facebook scriveva di aver contratto intenzionalmente il Coronavirus così da non vaccinarsi, lei che era convintamente no Vax, invitando i suoi fan a fare lo stesso.

Lo stesso Covid-19 l’ha però stroncata a soli 57 anni. È morta così la cantante ceca Hana Horká, leader della band Asonance, gruppo folk ceco con un repertorio di canzoni popolari scozzesi e irlandesi. A rivelare il decesso di Hana sono stati gli altri membri del gruppo in una dichiarazione sul proprio sito in cui non si fa riferimento al virus.

Ma a svelare la realtà è stato il figlio della cantante, Jan Rek, che sempre sui social ha accusato i movimenti no Vax cechi per aver messo in dubbio la gravità della pandemia e degli effetti del virus sulle persone non vaccinate.

Nei giorni scorsi, il 14 gennaio, era stata la stessa cantante folk a rivelare al suo pubblico di aver contratto il virus, la variante Delta della malattia, ‘esultando’ per aver evitato il vaccino e per poter così tornare nuovamente a teatro, al cinema, a fare la sauna o in vacanza. “La vita è qui per me e anche per te”, erano state le parole utilizzata da Hana Horká nel post sui social.

Due giorni dopo, domenica 16 gennaio, le condizioni della 57enne no vax si sono aggravate e la malattia l’ha uccisa.

Durissima la reazione del figlio in un commento sui social poi cancellato, ma reso noto da CNN Prima News: “Avete plagiato mia madre, che ha basato tutte le sue argomentazioni sulle vostre teorie. Vi disprezzo, siete uno spreco assoluto”.

È terribilmente triste vedere come anche le persone allegre e positive possano soccombere a una totale sciocchezza – ha commentato sempre su Facebook il musicista ceco Miroslav Hlavička – . Lei era felice della positività dei suoi familiari, era felice di essersi contagiata e stava dipingendo un futuro roseo». Ma il virus ha scritto un altro finale alla sua storia”.

Redazione