E’ terminata nella notte la fuga dell’automobilista che ha investito e ucciso Antonio Montaquila, 37 anni, maresciallo dei carabinieri e vicecomandante presso la stazione di Formicola (Caserta).

Si tratta di un 21enne di Capua, risultato positivo al test per l’uso di sostanze stupefacenti. L’incidente mortale è avvenuto martedì sera, poco prima delle 20: il maresciallo si trovava in via Tifatina a Capua quando è stato investito dalla vettura uscita fuori strada per cause in corso di accertamento: in quel momento il 37enne carabiniere stava correndo. Secondo una prima ricostruzione, riferisce l’Ansa, pare che il giovane alla guida dell’auto abbia perso il controllo della vettura, che andava ad alta velocità, finendo sul marciapiede dove ha travolto Montaquila.

Il maresciallo, originario di Vairano Patenora, lascia la moglie e il figlio di 6 anni. Da poco era stato trasferito dalla Compagnia di Capua alla stazione di Formicola, dove avrebbe dovuto svolgere il ruolo di vice-comandante.