Nato a Torino il 14 novembre 1938, magistrato dal 1964 al 1975, sostituto procuratore della
Repubblica del Tribunale, pretore e giudice penale presso il Tribunale, professore di diritto e procedura penale presso le Università di Cagliari, di Torino di Catania, il professor Guido Neppi Modona è stato giudice della Corte costituzionale e poi vice presidente sino al 6 novembre 2005.

Ha esercitato la professione di avvocato presso il Foro di Torino dal 1976 dal 1993, e dal 1974 ha fatto parte delle Commissioni istituite presso il Ministero della Giustizia per la redazione e, poi, per la revisione del nuovo codice di procedura penale, entrato in vigore nel 1989. Dal 1976 al 1996 ha collaborato come editorialista al quotidiano La Repubblica e al settimanale Il Mondo. Dal 1963 collabora a numerose riviste giuridiche, tra cui Rivista italiana di diritto e procedura penale, Cassazione penale e Questione Giustizia, nonché a riviste di storia contemporanea; dopo la parentesi della Corte costituzionale ha collaborato come editorialista al Sole 24 Ore.

Al suo attivo anche una copiosa produzione scientifica che spazia da tematiche tecnico-giuridiche di diritto penale e processuale a ricerche storico-istituzionali sui rapporti tra magistratura e potere politico nello stato liberale, durante il regime fascista. Con questo articolo, comincia la sua collaborazione con il Riformista.