Valentina Cuppi ha 36 anni ed è la giovane sindaca del comune di Marzabotto, in provincia di Bologna. Nicola Zingaretti l’ha proposta come presidente del Partito Democratico come simbolo di svolta e rinnovamento. Classe ’83, laureata con un dottorato in scienza politiche insegna storia e filosofia. È sposata con un figlio. Ha esordito nella politica nelle fabbriche di Nichi Vendola per poi entrare in Sel.

È stata assessore a Marzabotto e prima consigliera con delega alla pace, alla Memoria poi assessore al Turismo e Cultura e vicesindaca. Nel 2019 le elezioni la portano a diventare sindaca con una lista civica di centrosinistra, sostenuta dal Pd con il 70,93% dei voti. Marzabotto è il comune italiano simbolo della ferocia della Seconda Guerra Mondiale e nell’autunno del 1944 qui furono sterminate 1830 persone, uomini, donne e bambini.

Con il nuovo incarico di presidente del Pd sostituisce Paolo Gentiloni, nominato commissario europeo. Cuppi sarà affiancata dalle vicepresidenti Anna Ascani e Debora Serracchiani, un team di tre donne alla guida del partito.