Tower of Koutoubia Mosque”, in italiano La Torre della Moschea di Koutoubia, è il raro dipinto di Winston Churchill, l’unico che realizzò tra il 1939 e il 1945, durante la seconda guerra mondiale. Il Primo Ministro britannico iniziò a dipingere intorno ai 40 anni, a seguito di un fallito attacco navale durante la prima guerra mondiale che gli costò il titolo di Primo Lord dell’Ammiragliato.

Il dipinto fu regalo da parte di Churchill per il presidente dell’epoca degli Stati Uniti d’America, Franklin D. Roosevelt ma lo scorso lunedì è stato venduto dall’attrice Angelina Jolie, diventando anche il dipinto più costoso dell’ex primo ministro britannico venduto all’asta: il dipinto è costato circa 9,5 milioni di euro. Una corsa al rialzo quella del quadro, partito da una stima di circa un milione e mezzo di sterline e arrivato a superare gli otto milioni per la ‘battaglia’ tra quattro collezionisti.

La Torre della Moschea di Koutoubia rappresenta uno dei soggetti preferiti di Churchill da dipingere, ovvero un tramonto a Marrakech, in Marocco. L’asta si è tenuta a Londra nella galleria d’arte moderna Christie’s e il direttore Nick Orchard, ha spiegato che “Churchill visitò per la prima volta il Marocco nel 1935, dove si innamorò della qualità della luce locale. Sentiva che i suoi dipinti del paese erano tra i suoi migliori“.

Nel gennaio del 1943, dopo aver partecipato al Convegno di Casablanca per elaborare strategie contro la Germania nazista, Churchill convinse Roosevelt a unirsi a lui nella vicina Marrakech e guardare il sole tramontare dietro le montagne dell’Atlante. Il loro breve soggiorno insieme è stato ricordato dal dipinto, che l’allora premier britannico creò il giorno successivo alla partenza di Roosevelt. Dunque, il dipinto raffigura il momento due leader mondiali che hanno condiviso mentre osservavano il maestoso paesaggio di Marrakech con il sole che tramontava sulle montagne dell’Atlante.

Dopo la morte del presidente degli Stati Uniti, il dipinto ha avuto diversi proprietari. Nel 2011 fu proprio l’ex marito dell’attrice, Brad Pitt, ad acquistare il dipinto: si vocifera che doveva essere un regalo per Jolie, ma nel 2016 la coppia si separò e tre anni dopo divorziò e venne acquisito quindi dalla Jolie Family Collection.

Churchill iniziò a dipingere durante l’età adulta, ha prodotto oltre 500 opere nella sua vita e infatti ancora oggi il mercato dell’arte dell’ex primo ministro continua a crescere. Oltre alla “Torre della moschea della Koutoubia“, altre due sue opere hanno avuto un grande successo alla vendita all’asta londinese. Il dipinto “Scene a Marrakech“, altra composizione del luogo preferito di Churchill, è costato quasi 3 milioni di dollari mentre “St Paul’s Churchyard“, altro quadro dell’ex premier, è stato venduto a 1,5 milioni di dollari.

L’appetito per le opere di Winston Churchill è stato dimostrato con grande effetto da Christie’s”, ha confermato il direttore di Christie’s Orchard.

Laureata in relazioni internazionali e politica globale al The American University of Rome nel 2018 con un master in Sistemi e tecnologie Elettroniche per la sicurezza la difesa e l'intelligence all'Università degli studi di roma "Tor Vergata". Appassionata di politica internazionale e tecnologia