Era ricoverato da giorni in una clinica privata di Roma in seguito alle conseguenza di una caduta che gli aveva provocato la rottura del femore. Si è spento all’alba di lunedì 6 luglio – così come comunicato dalla famiglia – il compositore e musicista Ennio Morricone, autore di centinaia di colonne sonore di film e vincitore di due premi Oscar nel corso della sua lunga e gloriosa carriera.

Morricone avrebbe compiuto 92 anni il 10 novembre prossimo. “Ha conservato sino all’ultimo piena lucidità e grande dignità –  si legge nella nota della famiglia diffusa attraverso il legale e amico Giorgio Assumma –, ha salutato l’amata moglie Maria che lo ha accompagnato con dedizione in ogni istante della sua vita umana e professionale e gli è stato accanto fino all’estremo respiro ha ringraziato i figli e i nipoti per l’amore e la cura che gli hanno donato. Ha dedicato un commosso ricordo al suo pubblico dal cui affettuoso sostegno ha sempre tratto la forza della propria creatività”.

I funerali di Ennio Morricone si terranno in forma privata “nel rispetto del sentimento di umiltà che ha sempre ispirato gli atti della sua esistenza”.