Marco Gasparri si è autoaccusato di essersi fatto corrompere da Alfredo Romeo, e ha patteggiato una condanna a un anno e otto mesi. Non ha fornito riscontri né sui soldi che avrebbe ricevuto da Romeo, né su ciò che avrebbe dato in cambio. Chi è Gasparri? Una persona che lavora da sempre per la Team Service, cioè la società subentrata in graduatoria a Romeo Gestioni dopo l’esclusione di quest’ultima dalle stesse graduatorie della gara Consip-FM4. Perché la Romeo Gestioni è stata esclusa lasciando il posto alla Team Service? Per le accuse a Romeo di Marco Gasparri”. E’ quanto ha detto oggi in aula in tribunale a Roma Rosario Dimitri Russo, l’investigatore che ha effettuato le indagini per conto della difesa, parlando davanti ai giudici della ottava sezione penale di piazzale Clodio nel processo in cui l’imprenditore napoletano è accusato di corruzione nell’ambito di un filone della vicenda Consip.

LEGGI ANCHE – Caso Consip, procura chiede nuovamente archiviazione per dieci indagati

“Il dato drammatico è che la scrivente società rischia di pagare un pegno industriale drammatico, sulla scorta delle dichiarazioni inconsistenti, inaffidabili e non riscontrate del signor Gasparri. Non più tardi di dopodomani, giovedì 28 novembre, infatti, il Consiglio di Stato dovrà decidere sulla esclusione di Romeo Gestioni da sei gare Consip. Esclusione decisa in modo temerario dalla stessa Consip, sulla base delle dichiarazioni del Gasparri, e in assenza di ogni riscontro documentale o di sentenza giudiziaria”. Così una nota ufficiale della Romeo Gestioni in merito all’udienza andata in scena oggi a Roma. “Una follia amministrativa – si legge – una decisione dettata dalla pressione mediatica, e non da un accertamento dei fatti, e che rischia però di portare al collasso una delle più grandi aziende di servizi d’Italia e la più grande del Mezzogiorno. Siamo certi – conclude la nota della Romeo Gestioni – che questi ultimi sviluppi del caso Gasparri-Consip aiutino a fare chiarezza, evitando che sia messo a rischio il futuro di migliaia di persone”.

LEGGI ANCHE – Ecco tutte le accuse a Romeo, un giro di affari di quasi 1.000 euro