La Germania in ‘lockdown light’ ha aggiornato l’elenco delle zone a rischio Covid. Nella ‘Black list’ compare anche tutta l’Italia, a eccezione della Calabria, che resiste alla drammatica impennata di contagi. La lista annovera tutti i luoghi per i quali sono previste restrizioni di viaggio imposte da Berlino, che prevedono un periodo di quarantena per chiunque provenga dal nostro Paese a meno che non venga presentato un recente risultato negativo ai test per il coronavirus.

La classifica è stata realizzata dal ‘Robert Koch Institut” che nelle scorse settimane aveva segnalato 11 regioni come “zona rossa”. Nel nuovo elenco sono state aggiunte anche Liguria, Campania e la provincia di Bolzano. Unica regione a mancare all’appello è la Calabria. Oltre all’Italia, la Germania ha dichiarato zone ad altro rischio anche Croazia, Slovenia, Bulgaria, Ungheria, Cipro, e la quasi totalità dell’Austria.

CASI NEL MONDO – I casi di Covid nel mondo sono 45 milioni, secondo i dati diffusi dalla Johns Hopkins University, mentre i decessi confermati sono 1.181.108 dall’inizio della pandemia. E anche in Italia i contagi continuano a salire: l’ultimo bilancio, relativo a giovedì 29 ottobre, è di 26.831 nuovi positivi e 217 morti, a fronte di 201.452 tamponi.

LA CALABRIA – Nelle ultime 24 ore ne sono stati registrati 224 (contro i 196 di ieri) con 2.725 soggetti testati (ieri 2.655) e 2.741 tamponi (ieri 3.267). Calano i ricoverati in terapia intensiva da 11 a 7. Il bollettino giornaliero del dipartimento Tutela della Salute della Regione registra anche due nuove vittime che portano il totale a 113. I guariti sono 1.798 (+13). I casi attivi sono 2.713 (+209), quelli da inizio pandemia 4.624 con 266.077 soggetti testati per un totale di 268.987 tamponi eseguiti. I ricoverati in malattie infettive sono 134 (+14) mentre gli isolati a domicilio 2.572 (+199).

Una delle due vittime é un ottantenne di Celico, comune in provincia di Cosenza dichiarato zona rossa. Il decesso é avvenuto la scorsa notte nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale dell’Annunziata di Cosenza, dove l’anziano era ricoverato da 15 giorni. Tra i nuovi positivi vi sono 46 dei 76 migranti arrivati ieri mattina a Camini, nella Locride, con una barca a vela e in seguito trasferiti, momentaneamente, in un centro di prima accoglienza di Roccella Ionica. Tra i positivi anche donne, bambini e interi nuclei familiari.