Porsche e Boeing lavoreranno a un modello di automobile volante. Non è Blade Runner e non è nemmeno Futurama: la casa automobilistica tedesca ha annunciato ufficialmente il progetto in collaborazione con la più grande azienda nel settore aerospaziale. Nella partnership entrerà anche Aurora Flight Sciences, sussidiaria di Boeing, che si occuperà di realizzare e testare il prototipo.

Porsche ha appena lanciato il modello Taycan, il suo primo veicolo elettrico, ma il percorso che l’azienda sta intraprendendo con la Boeing è ancora più ambizioso. Si potrebbe dire rivoluzionario. Gli ingegneri sono già al lavoro su un concept di velivolo cosiddetto eVTOL (Electric Vertical Take-Off and Landing), acronimo che indica un modello alimentato elettricamente capace di decollare e di atterrare verticalmente. Il prototipo punta soprattutto alla circolazione negli spazi urbani. Porsche, secondo quanto affermato dal membro del team esecutivo per le vendite e il marketing Detlev von Platen, punta a diventare leader proprio nel mercato della Urban Air Mobility. Secondo uno studio condotto da Porsche Consulting nel 2018, il mercato della mobilità aerea potrebbe ottenere una crescita esponenziale a partire dal 2025 per via della sua comodità e soprattutto convenienza economica rispetto ai tradizionali mezzi di trasporto.

Per Steve Nordlung, vice presidente e direttore generale di Boeing NeXt, la collaborazione tra le due case di produzione punta a sviluppare un nuovo ecosistema di mobilità sicuro ed efficiente. “Insieme – ha commentato Nordlung – Porsche e Boeing uniscono ingegneria di precisione, stile e innovazione per accelerare la mobilità aerea urbana in tutto il mondo“.