Era il big match, e per chi è riuscito a vederla si è confermata una partita ricca di emozioni. Ma gli utenti Dazn alle prese con la visione di Napoli-Juventus, come evidente dalle ‘recensioni’ lasciata sui social network, in particolare Twitter, non hanno goduto di un gran servizio.

All’hashtag #DAZN sono centinaia i commenti negativi, alcuni irripetibili, contro lo streaming offerto agli abbonati per la visione del big match della terza giornata di Serie A. 

Cali di qualità, blocchi improvvisi, messaggi di errore, scritte improvvise che impediscono la corretta visualizzazione della partita, segnale che arriva in ritardo di secondi col risultato paradossale di esultare ai gol grazie alle urla dei vicini. È l’elenco dei problemi riscontrati dagli utenti inferociti, che minacciano disdette, trovando addirittura alle prese con un ‘freeze’ degli schermi, smartphone o smart tv, durante il secondo gol del Napoli, quello decisivo di Koulibaly.

Per Dazn quella odierna era la ‘giornata della verità’ dopo le critiche ricevute dopo le prime due giornate di campionato. Dopo aver preso il posto di Sky come principale broadcaster del campionato, la piattaforma era stata sommersa dalle critiche.

Anche per questo durante la pausa del campionato dedicata alle Nazionali, Dazn aveva completato il programma di potenziamento della rete dei Dazn Edge, server di supporto installati in corrispondenza dei principali “ripetitori” di segnale delle telco: 12 sul territorio nazionale per la rete Tim, 8 per Vodafone, Fastweb e Wind, un numero minore per altri operatori.

Una mossa che, almeno secondo quando riscontrabile sui social, non è servita.

Napoletano, classe 1987, laureato in Lettere: vive di politica e basket.