Non si trova in Tibet, o in qualche altro Paese asiatico, come verrebbe logico pensare. Il ponte tibetano più lungo del mondo è quello di Cesana Claviere. Si trova in Piemonte, in provincia di Torino, tra i comuni di Cesana Torinese e Claviere, e misura 468 metri.

Il percorso nel quale si trova dura circa un’ora e mezza, costeggia le acque del torrente Dora, attraversa le Gorge di San Gervasio e una strada ferrata. L’ingresso costa 15 euro per gli adulti e 10 euro per i bambini e i ragazzi fino ai 14 anni. Il progetto, che riscuote un gran successo di pubblico, è stato avviato con la costruzione inaugurata nel 2006. La realizzazione è stata resa possibile dalla collaborazione dei comuni di Cesana e Claviere con il sostegno dell’Unione Europea. Il ponte è stato intitolato a Sergio Bompard, guida alpina di Bardonecchia scomparsa nel 2006.

Il ponte di Cesana Claviere ha battuto il record, registrato anche tra i Guinness dei primati, di quello costruito tra il promontorio a Santa Margherita di Procida e l’isolotto di Vivara, nel napoletano, lungo 362 metri. A minacciare il primato torinese è tuttavia la struttura in costruzione nel comune di Castelsaraceno, in provincia di Potenza, dove è stata avviata la realizzazione di un ponte di circa 800 metri. La struttura si estenderà su entrambi i parchi nazionali compresi nel territorio di Castelsaraceno, il Parco nazionale del Pollino e il Parco nazionale dell’Appennino Lucano-Val d’Agri-Lagonegrese.