Un bimbo di due anni è morto a Napoli dopo essere rimasto incastrato in una fresa meccanica del trattore guidato dal padre. Tragedia poco dopo le 13 a Casalnuovo, comune a nord del capoluogo partenopeo, dove i carabinieri della locale Tenenza sono intervenuti in via Casaera dopo l’allarme lanciato dal 118 che una volta arrivato nel terreno agricolo dove si è verificato il drammatico incidente non ha potuto far altro che constatare il decesso del piccolo.

Il bimbo sarebbe infatti morto sul colpo. Da una prima sommaria ricostruzione pare che il bimbo di 2 anni sia rimasto incastrato in una fresa meccanica del trattore sul quale il padre 36enne era a bordo mentre stava effettuando dei lavori in un fondo agricolo adiacente la propria abitazione.

Indagini in corso da parte dei carabinieri della tenenza di Casalnuovo e dei militari del nucleo investigativo di Castello di Cisterna. Dolore e disperazione in famiglia, con i genitori del piccolo ascoltati dai militari per far luce sulla tragedia. Pare che il bambino sia riuscito a sfuggire al controllo dei familiari, avvicinandosi al trattore guidato dal papà che in quel momento non si sarebbe reso conto di nulla.

La salma del bambino, sottoposta a sequestro da parte del pm di turno,  è stata trasferita al Secondo Policlinico di Napoli per l’autopsia.

“Siamo sopraffatti dal dolore, insieme a tutta la comunità di Casarea, per la morte di un piccolo di appena tre anni, a seguito di un incidente” commenta il sindaco di Casalnuovo Massimo Pelliccia. “Una tragedia immane che ci lascia nello sconforto più totale. Che la terra ti sia lieve piccolo angelo. Preghiamo per lui e la sua famiglia” aggiunge.

Redazione