Dopo la spesa fatta nei gironi scorsi a un anziano del Pallonetto a Napoli, i carabinieri continuano a farsi trovare pronti in questi giorni di emergenza coronavirus. Oltre ai controlli per far rispettare le disposizioni del Governo, i militari hanno assistito una donna di 70 anni di Ischia che, affacciata dalla finestra della propria abitazione, chiedeva aiuto.

“Si è staccata la corrente, non riesco a riavviarla, ho il frigo pieno di alimenti, aiutatemi”. Alla richiesta della donna, i carabinieri del Nucleo Operativo locale sono prontamente intervenuti nell’appartamento e – con i dispositivi di protezione indossati – hanno individuato la causa del guasto e ripristinato la corrente elettrica. “Grazie mille” ha replicato la 70enne che vive da sola in casa.

TORNANO DA LOMBARDIA E VANNO IN GIRO – Dall’aiuto alla ‘nonnina’ alle denunce per diffusione colposa di epidemia. E’ quanto accaduto poco dopo, sempre sull’isola napoletana, nei confronti di due ragazzi di 26 anni che era rientrati dalla Lombardia nei giorni scorsi. Nonostante l’isolamento disposto dall’Asl, entrambi non hanno saputo resistere alla tentazione di una passeggiata notturna nel borgo di Sant’Angelo. Quando hanno avvistato la pattuglia hanno provato a nascondersi dietro un muretto sperando di farla franca. La cosa non è sfuggita ai carabinieri che hanno identificato e denunciato i due.