È stato sorpreso dai proprietari di casa mentre tentava di entrare nel loro appartamento per ‘ripulirlo’ e, cercando di scappare, ne ha accoltellato uno con due fendenti che lo hanno raggiunto alla nuca. È quanto accaduto a Sant’Anastasia, popolosa città del Vesuviano, in provincia di Napoli.

I carabinieri della locale stazione sono riusciti però a fermare l’uomo, il 43enne Felice Pignatiello, già noto alle forze dell’ordine: dovrà rispondere dei reati di tentata rapina impropria aggravata, lesioni personali aggravate e porto abusivo di armi.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti Pignatiello avrebbe scavalcato il cancello di un’abitazione in via Zazzera, introducendosi nel giardino di proprietà di due fratelli, entrambi operai. Una volta dentro, mentre stava cercando di scassinare la serratura della porta di ingresso, è stato sorpreso dai due fratelli che hanno provato a bloccarlo.

Il 43enne, vistosi braccato, ha estratto un pugnale ed ha colpito con due fendenti alla nuca uno dei proprietari, un uomo di 51 anni. Ma l’inseguimento di Pignatiello è proseguito nonostante la ferita: i due fratelli infatti non hanno mai perso di vista il ‘topo d’appartamento’ che ha visto la speranza di farla franca svanire quando una pattuglia dei Carabinieri gli ha bloccato il passo. In manette è stato tradotto in carcere ed è ora in attesa di giudizio.

Il proprietario di casa rimasto ferito nella colluttazione è stato invece trasportato all’Ospedale del Mare dove è stato sottoposto ad accertamenti, ma per i medici non è in pericolo di vita.

 

Napoletano, classe 1987, laureato in Lettere: vive di politica e basket.