Furto sacrilego ad Aosta. Ignoti hanno infatti rubato le statuette del presepe allestito all’interno della chiesa di Saint-Martin-de-Corléans, nella periferia ovest della città. Il ‘colpo’ è avvenuto alla vigilia di Natale, come racconta il viceparroco don Ferdinand Nindorera: “Eravamo vicini al Natale, il furto è avvenuto di pomeriggio, tra le 16 e le 17 – spiega all’Ansa – Erano tante statuette, piccole ma di valore. Per quale motivo, mi sono interrogato. E’ un fatto legato alla povertà? A una forma di superstizione? Sono rimasto perplesso”.

Il sacerdote ha aggiunto quindi che “la chiesa è aperta tutta la giornata, tranne la sacrestia, per permettere a chi vuole pregare di fare questo colloquio con Dio. Fino a quel momento non si erano verificati furti. Il parroco ha già sporto denuncia“.

Le statuette asportate dal ladro non erano della parrocchia, bensì di una persona che “le aveva concesse per allestire il presepe. Ci aveva detto che il valore arrivava a 700 euro, così tutti i cristiani hanno fatto un’offerta per cercarne altre“, ha concluso don Nindorera.

Redazione