Lacrime e show a “L’Isola dei Famosi” dove l’ex gieffina Guendalina Tavassi annuncia il ritiro dal reality dopo la notizia della scarcerazione dell’ex marito Umberto D’Aponte. Una situazione tutta da chiarire e sulla quale sono tantissimi i punti oscuri. “Non posso rimanere, devo ritornare dai miei figli“, questa la giustificazione della donna che, con le lacrime agli occhi, aggiunge: “Ci sono certe cose che non sai, di cui non posso parlarne in tv. Devo tornare dai miei figli piccoli e da Gaia che tra poco compie 18 anni”.

Una storia turbolenta quella con l’ex D’Aponte, imprenditore napoletano. Una storia raccontata parzialmente e costantemente sui social dove i fan sono stati continuamente aggiornati su liti, accuse di violenze e denunce presentate alle forze dell’ordine. Frasi non dette, verità parziali, una diatriba a puntate che continua ad andare avanti e che partì quando la coppia non si era ancora separata e ci furono polemiche per i video hot della Tavassi diffusi in rete. “Erano per mio marito” le parole della donna.

Un anno fa, marzo 2021, la fine del loro rapporto: “Avrò i mieti motivi per aver fatto questa scelta – raccontò la 36enne – Vi ho detto che sono anni che succedono episodi per i quali si fa pace. Poi si litiga. Si arriva ad un punto che perdi fiducia, stima e tante altre cose. Come padre è perfetto. Come amico è straordinario. Come complice altrettanto. Ma per il resto, per quanto mi riguarda, non ci troviamo! Quando si è costruita una famiglia e ci sono anni di matrimonio si prova a fare di tutto per recuperare. Tornavamo assieme. Si faceva quello che fanno tutte le coppie (non devo entrare nei dettagli vero?). Si alimentava il rapporto con i video di cui tanto si è parlato. E pensate che mica ci sono stati solo quelli… tanti altri fortunatamente sono stati cancellati in tempo. Ci abbiamo riprovato fino a pochissimo tempo fa (vedi San Valentino) ma non dormivamo più insieme a causa di un episodio che non ho mandato giù… Ad un certo punto se alcune situazioni perseverano si prende anche una decisione definitiva!”.

Sui social però, nonostante la fine del rapporto, i due non si perdono di vista e continuano ad accusarsi a vicenda. Accuse pesantissime che tenevano sempre più fan incollati alle loro dirette. Poi a fine febbraio la svolta: D’Aponte finisce in carcere e, il 21 febbraio, l’influencer romana così commentava: “Mi ritrovo a dovervi spiegare le cose perché altre persone, che non c’entrano nulla, si mettono in mezzo a parlare. Io parlo per tutelare i bambini, che sono stati sempre presenti anche all’ultima aggressione, premeditata, avvenuta da due persone dentro una macchina davanti agli occhi di mio figlio Sasy, che implorava di fermarsi”, ha detto.

D’Aponte in carcere e Tavassi accusata da haters che non mancano mai e che spesso alimentano ego e vittimismo di chi ‘campa’ di live e popolarità, anche se si deve parlare dei “poveri figli”. “Nessuno viene arrestato così. Io vengo attaccata perché lui è finito in galera? Quindi io che ho denunciato sono una mer*a? Quindi quando muoiono le donne con i bambini poi dite poverina? Bravi! Complimenti! La gente in galera ci va da sola per quello che ha fatto. Nessuno s’inventa niente. Se tu violi la legge, la legge poi ti punisce. Ma non così, dopo anche tante cose. Questa persona aveva anche un allontanamento, una restrizione che ha violato. Dopo avermi rotto il naso, dopo le percosse, dopo le minacce, gli inseguimenti, tutte le scene che hanno dovuto subire i bambini“. “I bimbi sono traumatizzati. Io poi la butto sul ridere, ma Sasy è scioccato. Ogni volta ha paura di uscire, non potete capire cosa sto passando. Ci sta un processo, se ne sta occupando la giustizia. Per fortuna, la giustizia qualche volta c’è. Io voglio vivere la mia vita serenamente ed i miei figli hanno il diritto di stare sereni. Loro neanche chiedono dove sia lui, io comunque ho detto loro che lavora lontano. Quindi non rompetemi i cogl*oni, non mettetevi in mezzo. Basta, sono totalmente sola”.

Passano altri tre mesi e, ieri, 23 maggio, Mery D’Aponte, sorella di Umberto, annuncia al mondo dei social, attraverso Tik Tok, che suo fratello è tornato a casa. Novanta giorni di carcere prima di ottenere una diversificazione della misura cautelare, al momento sconosciuta. “Lui è a casa e questo è quello che conta per noi, che stia con i suoi affetti”. Quando è stato scarcerato? Proprio ieri in concomitanza con la serata de L’Isola dei famosi? Una fortuita coincidenza? E’ ai domiciliari? Ha il divieto di avvicinamento? Non è chiaro nulla. Proveremo a verificare il tutto quanto prima.

Redazione