“Per me, questo è il momento in cui abbiamo bisogno di un leader, un presidente, come Joe Biden”. Hillary Clinton fa il suo endorsement per la Casa Bianca. E, com’era prevedibile, mostra il suo appoggio all’ex vice-presidente Joe Biden, candidato dei democratici. Clinton, segretario di Stato dal 2009 al 2013 durante la prima presidenza Barack Obama, ha fatto l’annuncio durante una videoconferenza sulle conseguenze dell’emergenza coronavirus sulle donne.

“Sono entusiasta di far parte della tua campagna, non solo per appoggiarti, ma anche per aiutarti a evidenziare molte delle questioni che sono in gioco in queste elezioni presidenziali – ha dichiarato Clinton – voglio aggiungere la mia voce ai molti che ti hanno sostenuto per essere il nostro presidente”. Le 59esime elezioni presidenziali degli USA sono in programma per il prossimo novembre.

“Vorrei che fossi presidente ora – ha continuato Clinto – pensa a cosa significherebbe se avessimo un vero presidente non solo qualcuno che ne interpreta uno in tv”. Stoccata da parte dell’ex First Lady a Donald Trump, il presidente in carica degli Stati Uniti che ha sconfitto Clinton alle presidenziali del 2016 e che ha sottovalutato la pandemia da coronavirus. Le sfide poste dal Covid-19 rappresentano secondo Clinton “il momento della resa dei conti per creare quell’America che vogliamo”.

I casi intanto nel Paese hanno superato il milione secondo la Johns Hopkisn University: 1.002.498. Le vittime sono 57.266. Secondo l’immunologo e consigliere della Casa Bianca Anthony Fauci una seconda ondata del virus è inevitabile. “Come lo affronteremo determinerà il nostro destino. Se le misure che si stanno discutendo saranno applicate, ce la faremo ragionevolmente bene, altrimenti il paese potrebbe vedere un autunno ed un inverno difficili”. Fauci si è detto però ottimista sullo sviluppo di un vaccino.