In occasione del suo 50° anniversario, l’Hotel Margherita di Praiano si veste di jazz con una rassegna musicale che vedrà esibirsi musicisti riconosciuti nel panorama italiano e internazionale. Nell’incantevole terrazza dell’Hotel Margherita, sospesa sul mare nell’abbraccio dei Monti Lattari, cinque appuntamenti all’insegna del ritmo oscillante e sincopato della musica jazz per celebrare la storia di un hotel dove l’ospitalità è di casa e la vita ha un sapore dolce e antico, al riparo dalla frenesia quotidiana.
Sin dai suoi esordi negli anni Settanta, l’Hotel Margherita ha da sempre rappresentato un punto di riferimento per la comunità praianese, dove sentirsi accolti come in famiglia, in un’atmosfera genuina e rilassata. Furono Giuseppe e Margherita di ritorno dall’America a restaurare la casa di famiglia e a dar vita all’albergo.

Oggi sono la figlia Suela e il marito Andrea Ferraioli a continuare questa storia di famiglia, fatta di saperi e tradizioni antiche, mentre Margherita continua a prendersi cura dei suoi ospiti, condividendo con loro quel sapere gastronomico di lunga tradizione. La rassegna Hotel Margherita in Jazz è partita giovedì 24 giugno con il magistrale duo pugliese No Strings Attached per continuare durante i mesi estivi con gruppi e nomi prestigiosi.

Il 24 luglio sarà la volta dei Midtown Hammond Trio, nati a Roma nel 2017 dall’incontro di alcuni dei migliori giovani e giovanissimi musicisti del panorama jazz europeo; il 22 agosto vedrà l’esibizione del gruppo ternano B.A.D. Trio feat Lorenzo Bisogno. Il quarto appuntamento con il jazz è il 29 agosto con Alessandro Florio Trio che incontra la tromba superlativa di Giovanni Amato. La rassegna si concluderà martedì 21 settembre con il sound caldo e atemporale del Federica Carmen Santoro Trio. La rassegna Hotel Margherita in Jazz è curata da Imma Tralli e Roberto Pontecorvo.

L’ingresso ai concerti è interamente gratuito. Saranno i vignaioli Raffaele Palma (24 luglio), Patrizia Malanga (22 agosto), Luigi Reale (29 agosto) e Marisa Cuomo (21 settembre) ad allietare la serata.

24 luglio – Midtown Hammond Trio
Il secondo appuntamento della rassegna vedrà esibirsi i Midtown Hammond Trio, nato dall’incontro tra Filippo Bianchini al sax tenore, Francesco Merenda alla batteria e il giovane talentuoso Vittorio Solimene all’hammond. Alla base della loro musica riscontriamo un forte senso del ritmo, del Sound e dell’energia, esposti in maniera magistrale, spontaneo e diretto, ma al contempo sofisticato ed elegante, con una grande attenzione all’interazione e alla sinergia musicale.

22 agosto – B.A.D. TRIO feat Lorenzo Bisogno
Il terzo appuntamento ospiterà il B.A.D. TRIO con Alessandro Bossi al basso elettrico, Lorenzo Agnifili al piano elettrico, Fabio D’Isanto alla batteria . Per il concerto praianese saranno affiancati dal sassofonista Lorenzo Bisogno, giovane talento perugino che da qualche anno sta calcando la scena newyorkese. I tre giovani musicisti ternani suonano insieme da molti anni; questo dona al trio un grande affiatamento e un grande interplay, qualità imprescindibili di ogni formazione jazz.

29 agosto – Alessandro Florio Trio + guest Giovanni Amato
Durante il quarto evento una formazione d’eccezione dove il trio del chitarrista amalfitano Alessandro Florio, composto dal contrabbassista Giampaolo Laurentaci e dal batterista Pasquale Fiore, incontra la tromba di Giovanni Amato. Un appuntamento che riunisce alcuni dei nomi di spicco del panorama jazz italiano e non solo, dove l’impareggiabile estro e indiscusso lirismo della tromba di Giovanni Amato arricchisce ulteriormente l’intenso e travolgente swing del trio di Alessandro Florio, completato dalla rodata ritmica formata da Laurentaci e Fiore.

21 settembre – Federica Carmen Santoro Trio
La rassegna si chiuderà con il Federica Carmen Santoro Trio composto dalla cantante Federica Carmen Santoro, da Francesco Poeti al basso chitarra e dal chitarrista Enrico Bracco. Il trio propone un repertorio composto da standard jazz, con influenze delle voci più belle del passato, da Billie Holiday, Betty Carter a Sarah Vaughan. La loro musica nasce da una ricerca sempre attenta di un mood del tutto personale e originale del trio. La loro musica consiste nella ricerca di un colore da vestire e indossare con maestria, tra le trame e atmosfere possibili dello sconfinato mondo della creazione artistica.