Oltre 5mila persone hanno assistito all’intervento di Greta Thunberg in piazza Castello, a Torino. L’attivista per il clima svedese, nominata mercoledì “Persona dell’anno” dalla celebre rivista americana ‘Time’, ha prima incontrato una delegazione di ragazzi dei Fridays for future di Torino al Teatro Regio, successivamente la sindaca 5 Stelle Chiara Appendino e successivamente si è diretta sul palco installato a piazza Castello.

Greta, benvenuta nella città più inquinata d’Europa“. Così i ragazzi dei Fridays for future hanno ‘salutato’ l’arrivo di Greta, che dalla piazza ha subito lanciato un suo appello per il clima: “Dobbiamo combattere per il domani. Il domani c’è e noi ci crediamo. Non possiamo darlo per scontato e non possiamo comportarci come se non fosse di nostra competenza perché lo è”.

LEGGI ANCHE – Greta è la ‘Persona dell’anno’ per la rivista Time

Lo ha dichiarato Greta Thunberg in piazza Castello a Torino. L’attivista svedese ha poi parlato della Cop25 e di come i leader mondiali “stanno cercando di non adempiere al loro compito”. “Dobbiamo assicurarci – ha spiegato Greta – che i politici proteggano il nostro futuro. Ieri molti attivisti sono stati buttati fuori dalla Cop25 e oggi manifestiamo in loro solidarietà. Non importa il risultato della Cop25 ma non dobbiamo mollare. Non è giusto che le vecchie generazioni rimettano le loro responsabilità a noi giovani”.