Un brutto incendio è divampato nella notte ai piedi della collina di Posillipo sul lato che si affaccia su Fuorigrotta. Le fiamme sarebbero partite da una zona non abitata e poi sono risalite, non lontano ci sono dalle abitazioni e dall’ospedale Fatenebratelli dal cui spazio retrostante vengono effettuati getti d’acqua verso le fiamme per impedire che si propaghino. In azione ci sono gli elicotteri dei Vigili del fuoco che prelevano l’acqua nello specchio d’acqua antistante Nisida per lanciarle sulle fiamme. Il vento sta portando cenere fino ai quartiere di Fuorigrotta e Cavalleggeri d’Aosta. Dalla zona si alza una colonna di fumo visibile perfettamente da Piazzale Tecchio.

A lavoro almeno due Canadair. Sul posto è arrivato dopo le 8 di questa mattina anche un elicottero della Protezione civile della Regione Campania. Secondo quanto riportato dall’Ansa, le fiamme si sono sviluppate dalle 22. Sul posto ci sono tre squadre complete dei Vigili del fuoco, per una trentina di uomini in totale, tre autobotti ed altri mezzi. Le fiamme cominciano a scendere verso la zona di via Cavalleggeri d’Aosta e dell’ex Arsenale. L’obiettivo dei Vigili del fuoco è quello di impedire che l’incendio attacchi le abitazioni e l’ospedale Fatebenefratelli.

Il fumo è ben visibile da molti punti della città e intanto cresce l’apprensione da parte dei cittadini. Non è ancora chiara quale sia  l’origine delle fiamme. Da Piazzale Tecchio si vede il fumo denso salire verso l’alto e spandersi sulla zona di Cavalleggeri. Molti abitanti della zona stanno postando su Facebook le foto del rogo notturno e dei vigili intenti nei soccorsi dicendo che l’aria è irrespirabile e c’è odore fortissimo di bruciato. L’allarme è scattato anche all’ospedale di via Manzoni, dove le fiamme si avvicinano a un muro perimetrale, anche se al momento la situazione sembra essere sotto controllo.

Secondo quanto riportato dal Corriere del Mezzogiorno molte persone che vivono in prossimità delle fiamme hanno deciso di abbandonare momentaneamente le loro abitazioni mentre le forze dell’ordine sono impegnate anche nel creare un cordone esterno per impedire l’eccessivo transito di autoveicoli privati in zona, in modo da favorire il passaggio dei mezzi di soccorso.

Ci sono volute 12 ore per domare l’incendio boschivo che dalle prime ore di questa mattina ha interessato la collina di Posillipo, a Napoli, estendendosi per circa 15 ettari, su due fronti tra via Manzoni e Fuorigrotta in un’area non abitata di macchia mediterranea. Oltre 80 i lanci d’acqua necessari a spegnere le fiamme sotto la guida del direttore operazioni spegnimento.

Giornalista professionista e videomaker, ha iniziato nel 2006 a scrivere su varie testate nazionali e locali occupandosi di cronaca, cultura e tecnologia. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Tra le varie testate con cui ha collaborato il Roma, l’agenzia di stampa AdnKronos, Repubblica.it, l’agenzia di stampa OmniNapoli, Canale 21 e Il Mattino di Napoli. Orgogliosamente napoletana, si occupa per lo più video e videoreportage. E’ autrice del documentario “Lo Sfizzicariello – storie di riscatto dal disagio mentale”, menzione speciale al Napoli Film Festival.