Non ha resistito, ha aperto più di una bottiglia di alcol che stava rubando e ha iniziato a bere fino a ubriacarsi. Poi, sfinito, si è addormentato all’interno del ristorante di Ostia che aveva svaligiato insieme a un complice. Al loro arrivo i carabinieri l’hanno trovato accovacciato, in evidente stato di ebbrezza. L’uomo, un 38enne di nazionalità tunisina, è stato arrestato con l’accusa di furto aggravato in concorso.

Dal sopralluogo e dall’immediata visione del sistema di videosorveglianza, i militari dell’Arma hanno accertato come il 38enne si è introdotto nel ristorante in quel momento chiuso, mettendo a soqquadro gli ambienti e riuscendo a rubare vari generi alimentari: liquori, vini pregiati nonché un microonde e varia attrezzatura da lavoro, per un valore complessivo quantificato in diverse migliaia di euro, portati via dal complice, mentre il 38enne raccattava altra merce da rubare.

Nel frangente però, ha iniziato ad aprire e consumare numerose bevande alcoliche, fino ad addormentarsi all’interno del magazzino. Il Tribunale di Roma ha convalidato l’arresto e, all’esito del giudizio direttissimo lo ha ritenuto responsabile del reato di furto aggravato, condannandolo alla pena di 1 anno e 4 mesi di reclusione.

Redazione