Sono tutte minorenni le tre vittime investite sabato sera lungo una strada rurale della contea di San Bernardino in California negli Usa. La quarta amica, anche lei minorenne, è rimasta gravemente ferita.

Daytona Bronas 12enne, Sandra Mizer 13enne e Willow Sanchez di soli 11 anni hanno perso la vita mentre camminavano lungo una strada rurale della contea di San Bernardino. La più grande, Natalie Coe 14 anni, è in terapia intensiva e lotta per la sua vita.

Le autorità locali ancora non hanno trovato il pirata della strada che dopo aver investito le quattro ragazza, tra cui Bronas e Coe erano sulla sedia a rotelle, è scappato senza fermarsi e prestare soccorso.

Le quattro amiche si trovavano sul Camp Rock Road a Rabbit Springs Road nella Valle di Lucerna dove vivevano. Chi le ha investite era alla guida di una Chevrolet Silverado bianca del 2002. In macchina oltre al conducente c’era anche un’altra persona. Il pirata della strada le ha colpite da dietro e poi entrambi sono fuggiti a piedi.

Sono in corso le indagini e secondo la pattuglia stradale della California (CHP) non si può ancora escludere l’uso di stupefacenti e alcool da parte del pirata. “Stiamo ancora cercando di capire chi stava effettivamente guidando quella Chevy Silverado“, ha detto l’ufficiale CHP Ramon Duran. “Ovviamente sapevano cosa hanno fatto e hanno deciso di fuggire dalla scena invece di prestare aiuto alle quattro giovani “. L’ufficiale ha continuato l’intervista con la CNN.

Questa è una tragedia orribile, il distretto scolastico della Valle di Lucerna è sotto shock per questo terribile evento“, ha detto il sovrintendente del distretto scolastico unificato della Valle di Lucerna, Peter Livingston. “Chiediamo che chiunque abbia fatto questo si costituisca. Chiunque fugga dalla scena di un incidente come questo non è umano e deve essere assicurato alla giustizia“.

Laureata in relazioni internazionali e politica globale al The American University of Rome nel 2018 con un master in Sistemi e tecnologie Elettroniche per la sicurezza la difesa e l'intelligence all'Università degli studi di roma "Tor Vergata". Appassionata di politica internazionale e tecnologia