Investita e uccisa da un’auto pirata “fantasma”. È quanto accaduto nella notte di Ferragosto ad una 34enne di origine polacca a Castel Volturno, città del litorale casertano. Secondo quanto accertato dalle prima indagini affidata alla Polizia stradale, la vittima è stata investita mentre attraversava la statale Domiziana in compagnia di due amici.

All’improvviso è sbucata un’auto, una Nissan Micra, che l’ha centrata in pieno. La donna, Agata Izabela, residente a Napoli e a Castel Volturno in vacanza, è morta poco dopo l’incidente per le conseguenze delle ferite riportate. 

Il pirata della strada non si è fermato dopo l’incidente, ha abbandonato la vettura a bordo strada ed è scappato a piedi. Al momento sono state acquisite immagini dalle telecamere di videosorveglianza e le testimonianze dei due amici presenti al momento dell’incidente.

Stando quanto emerso dalle prime indagini, la Nissan Micra che ha investito la 34enne polacca era un veicolo rottamato e dunque non poteva più circolare, non risulta alcun proprietario del veicolo: risalire all’identità del conducente per gli investigatori sarà molto complicato.

La Procura di Santa Maria Capua Vetere ha aperto un fascicolo contro ignoti per omicidio stradale ed omissione di soccorso.

Redazione