Abu Al-Hasan al-Qurashi, ritenuto essere il nuovo capo dell’Isis, sarebbe stato arrestato a Istanbul. E’ quanto fa sapere il portale turco Oda Tv secondo cui il presidente Recep Tayyip Erdogan è stato informato della cattura e pianificherebbe di annunciare ufficialmente l’arresto nei prossimi giorni. Un funzionario turco, che non ha voluto rivelare pubblicamente la sua identità, ha confermato la notizia a Bloomberg.

Secondo Oda Tv, Abu Al-Hasan al-Qurashi, nuovo capo dello Stato islamico dopo l’uccisione del precedente da parte degli Usa in Siria in febbraio, è stato catturato durante una raid delle squadre anti terrorismo senza sparare colpi. Se la notizia fosse confermata si tratterebbe del primo leader dell’Isis catturato vivo.

Abu al-Hasan è appartenente al clan Hashim della tribù dei Quraysh. Al Ain News ha riferito che il vero nome di al-Qurashi è Zaid al-Iraqi. È iracheno ed è stato l’emiro del Diwan of Education. Secondo due anonimi funzionari della sicurezza irachena, il vero nome di al-Qurashi è Juma Awad al-Badri, ed è il fratello maggiore dell’ex leader dell’Isis Abu Bakr al-Baghdadi, ucciso nell’ottobre del 2019 in un raid americano avvenuto a Barisha, un villaggio di circa mille abitanti situato nel nord-ovest della Siria, nei pressi di Idlib e a cinque chilometri dal confine con la Turchia.

Lo scorso marzo l’Isis ha confermato la morte del defunto leader Abu Ibrahim al Qurashi, fattosi esplodere a inizio febbraio nel corso di un blitz statunitense in Siria, proclamando come nuovo ‘califfo’ proprio Abu Hasan al Hashimi al-Qurashi.

Redazione