Forte spavento per Antonio Rossi, 52 anni, ex campione olimpico della canoa, oro ad Atlanta e a Sydney e portabandiera Azzurro, ricoverato all’ospedale Sant’Anna di Como in seguito a un infarto. Rossi, attuale sottosegretario con delega allo Sport di Regione Lombardia, domenica 18 luglio ha accusato un malore mentre partecipava ad una mezza maratona a Conegliano (Treviso). Ricoverato nella cittadina veneta, è stato poi trasferito, una volta stabilizzatosi, a Como dove lavora il suo medico di fiducia, Mario Galli.

All’ospedale Sant’Anna è stato operato, con l’impianto di uno stent, e ora le sue condizioni sono buone, tanto che potrebbe essere dimesso già nei prossimi giorni. “Mi hanno rimesso a nuovo…” ha commentato Rossi, ricoverato nel reparto di emodinamica dell’ospedale Sant’Anna di Como. “Sono stato sottoposto ad una angioplastica, è andato tutto bene”, spiega Rossi a LaPresse. “Rimarrò in osservazione in ospedale fino a giovedì come minimo”.

In queste ore tanti i messaggi arrivati per augurargli una pronta guarigione, a partire dai rappresentanti dei vertici dello sport in partenza per Tokyo. “Ho sentito sia il presidente del Coni Malagò che il segretario generale Mornati, ho fatto loro un grosso in bocca al lupo”, aggiunge Rossi. “Ora che dovrò stare a riposo, mi godrò tutte le gare degli azzurri”.

 

Napoletano doc (ma con origini australiane e sannnite), sono un aspirante giornalista: mi occupo principalmente di cronaca, sport e salute.