L’ex addetto stampa grillino in Liguria Lorenzo Tosa convertito sulla via del Nazzareno non ha atteso i risultati definitivi, scontati, della vittoria di  Vincenzo De Luca in Campania e si è iscritto tra le groupie dello sceriffo. Tosa ha pubblicato, a poche ore dalla chiusura delle urne, un post con fotona del governatore salernitano celebrando “l’uomo che, più di tutti, è riuscito a gestire l’emergenza Covid“. Curioso che proprio a urne chiuse il bollettino dica che la Campania è diventata la prima regione italiana per contagi (243 su meno di 3.500 tamponi).

Tosa poi in un’apoteosi di entusiasmo lo celebra ancor di più: “Ha vinto l’istrione, il teatrante, il blastatore seriale, capace di mettere all’angolo e ridicolizzare Salvini e Meloni con una battuta“. Chissà che De Luca non chieda “Che vuol dire blastatore seriale?“…

Ha vinto lui.
Ha vinto l’uomo che, più di tutti, è riuscito a gestire l’emergenza Covid, dando letteralmente una lezione di politica e di stile a chi per anni a Nord ha guardato la Campania e il Sud dall’alto in basso.
Ha vinto il politico che è riuscito a restituire dignità e orgoglio a un intero popolo, tirando fuori dalla polvere la Napoli e la Campania delle eccellenze sanitarie, della ricerca, della cultura, delle opere efficienti e in tempi brevi.
Ha vinto l’istrione, il teatrante, il blastatore seriale, capace di mettere all’angolo e ridicolizzare Salvini e Meloni con una battuta, uno schizzo, spesso fuori dalle righe, a volte politicamente scorretto, ma con un tratto che oggi in politica è diventato merce rara: la serietà. La credibilità.
Ha vinto questo signore qui, Vincenzo De Luca. Che potrà piacere o meno, ma che oggi in Italia, in questa strana stagione, è il politico che più di ogni altro sa come si sconfiggono il sovranismo, il populismo, la cialtroneria e l’ignoranza. E oggi, ancora una volta, ce lo ha dimostrato.
Avanti!

Ha vinto lui. Ha vinto l’uomo che, più di tutti, è riuscito a gestire l’emergenza Covid, dando letteralmente una…

Gepostet von Lorenzo Tosa am Montag, 21. September 2020

 

Luigi Ragno