Mino Raiola non è stato operato d’urgenza, nel pomeriggio. Il Procuratore sportivo, uno dei più importanti al mondo, è ricoverato sì all’Ospedale San Raffaele di Milano ma non è stato sottoposto ad alcun intervento chirurgico. Lo ha chiarito l’ufficio stampa di Raiola con una dichiarazione all’Ansa.

La notizia era circolata nel primo pomeriggio: battuta dalle stesse agenzie e ripresa dai giornali. Si leggeva che Raiola si trovava sotto osservazione dopo essere stato sottoposto a un intervento chirurgico nell’Irccs milanese. E invece no.

Mino Raiola è stato sottoposto a controlli medici ordinari con necessità di anestesia. Si tratta di controlli programmati, non c’è stato nessun intervento d’urgenza“, ha fatto sapere l’entourage del procuratore, 54 anni, nato a Nocera Inferiore, in provincia di Napoli.

Raiola è cresciuto in Olanda, dove si era trasferito con la famiglia dagli anni ’60. La famiglia aveva aperto una pizzeria. Aveva sempre voluto, fin da bambino, lavorare nel mondo del calcio. Ha cominciato con le giovanili dell’Haarlem, con i calciatori olandesi. È diventato tra i procuratori più potenti e influenti al mondo. Gestisce diverse stelle del calcio mondiale: tra questi Ibrahimovic, Haaland, Donnarumma, Pogba, Verratti e De Ligt.

(articolo in aggiornamento)

Giornalista professionista. Ha frequentato studiato e si è laureato in lingue. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Ha collaborato con l’agenzia di stampa AdnKronos. Ha scritto di sport, cultura, spettacoli.