È in condizioni stabili dopo alcuni giorni di quarantena la bambina nata il 30 gennaio nell’ospedale cinese di Harbin, nella provincia di Heilongjiang, da una donna incinta infettata dal coronavirus. Sia la neonata che la mamma sono in buone condizioni di salute e la piccola non è risultata positiva al virus, come riportato da China Daily.

Su Twitter si legge infatti che “una donna incinta infettata dal nuovo coronavirus ha dato alla luce una bambina in buona salute in un ospedale di Harbin, nella provincia di Heilongjiang, il 30 gennaio. Dopo alcuni giorni di quarantena e osservazione, sia la madre che la picocla sono in condizioni stabili”. A corredo del tweet ci sono anche alcune foto dell’equipe medica che, indossando tute e protezione al volto, ha fatto nascere la bambina.

La donna, come riferito in una conferenza dal vicepresidente dell’ospedale di Harbin Na Hui, era incinta di 38 settimane quando la sua temperatura ha toccato i 37,3 gradi centigradi. Dopo gli accertamenti del caso è stato quindi verificato dai medici che la donna aveva contratto il nuovo coronavirus. Il personale sanitario ha così eseguito un cesareo d’urgenza, mentre nel frattempo la febbre della donna è diminuita. Dopo il parto anche la neonata è stata sottoposta ai test, ma i risultati hanno confermato che era perfettamente sana.

Redazione