Napoli piange la scomparsa di Giuseppe Dalla Vecchia. Pippo, come era noto agli amici, il prossimo 8 giugno avrebbe compiuto 91 anni ed era il volto e il simbolo della vela napoletana. 

Velista che ha raccolto numerosi successi nelle regate più importanti, ha sfiorato la convocazione alle Olimpiadi più volte. 

Terminata l’attività da atleta, Dalla Vecchia è entrato nel Consiglio Federale FIV nel quadriennio 1985-1988, quando la Federazione era guidata da un altro napoletano, Carlo Rolandi. Il primo ruolo guida di Pippo Dalla Vecchia in Federazione è la responsabilità dell’Organizzazione Periferica, del Settore “Stampa, Propaganda e Pubbliche Relazioni”: è così che Pippo arriverà a dirigere il giornale della FIV, “Sport Vela”.

Dal 1989 al 1992 fu anche vicepresidente FIV con Sergio Gabisso a capo della Federazione, e in seguito solo per soli quattro voti non divenne presidente, superato da Gabisso che viene riconfermato alla guida della FIV.

A Napoli diventò numero uno del Reale Yacht Club Canottieri Savoia, a Santa Lucia, rilanciando struttura e club: quando lasciò l’incarico venne anche insignito della carica di Presidente Benemerito.

Napoletano, classe 1987, laureato in Lettere: vive di politica e basket.