Il mondo del cinema dice addio a Ray Liotta. L’attore statunitense, 67 anni, è morto mentre si trovava nella Repubblica Dominicana, dove stava girando un film intitolato ‘Dangerous Waters‘.

Secondo una fonte vicina all’attore, citata dal noto sito americano Tmz, Liotta sarebbe morto nel sonno e non ci sarebbero sospetti sulle cause del decesso. Liotta era prossimo alle nozze con Jacy Nittolo, che era con lui durante le riprese sull’isola caraibica.

Liotta è noto al grande pubblico soprattutto per il suo ruolo nel film capolavoro del regista Martin Scorsese, ‘Quei bravi ragazzi’ (‘Goodfellas’), del 1990, in cui l’attore interpretava il mafioso Henry Hill al fianco di Robert De Niro e Joe Pesci.

Il suo ultimo film era stato invece ‘I molti santi del New Jersey’ di Alan Taylor, sequel cinematografico della saga seriale dei Sopranos.

Nato il 18 dicembre 1954 a Newark, Ray era adottato a sei mesi dalla famiglia Vidimarli-Liotta. Si era avvicinato al cinema grazie all’amico attore Steven Bauer, all’epoca sposato con la celebre attrice Melanie Griffith: lavora infatti in soap opera, film tv e musical, fino alla svolta arrivata nel 1986, quando proprio grazie all’attrice ottiene il ruolo di Ray Sinclair in ‘Qualcosa di travolgente, dove interpreta il ruolo dell’ex marito psicotico e violento di Lulù, interpretata dalla stessa Griffith.

Per quella interpretazione, l’esordio nel cinema, Liotta viene nominato ai Golden Globe come miglior attore non protagonista. Dopo un esordio ‘da favola’, l’attore però rifiuta offerte per interpretazioni simili per non correre il rischio di diventare un ‘caratterista’, scegliendo ruoli anche minori in commedie e thriller. Quindi nel 1990 la svolta definitiva per la carriera con Scorsese, che lo chiama per interpretare Henry Hill in ‘Quei bravi ragazzi’. Proprio gli anni ’90 saranno il periodo di maggiore fama, in cui Liotta diventa anche un sex symbol.

Liotta negli ultimi anni stava vivendo però un momento di rinascita professionale. Gli ultimi suoi impegni cinematografici includono ‘I molti santi del New Jersey‘, ‘Storia di un matrimonio‘, per il quale ha ricevuto un Indie Spirit Award, e ‘No Sudden Move‘. Aveva finito di girare ‘Cocaine Bear‘, diretto da Elizabeth Banks, e avrebbe dovuto recitare nel film dal titolo provvisorio ‘The Substance‘ al fianco di Demi Moore e Margaret Qualley.

Quanto alla vita privata, nel 1997 sposa la produttrice Michelle Grace e nel dicembre del 1998 nasce la loro figlia Karsen, fino al divorzio nel 2004. Dal 2007 al 2011 ha avuto una relazione con l’attrice Catherine Hickland, mentre al momento della scomparsa era fidanzato con Jacy Nittolo ed era prossimo alle nozze.

Redazione