Quasi cinquemila denunce a Napoli a dieci giorni dall’entrata in vigore del decreto “IoRestoaCasa”. Nonostante il forte dispiegamento di forze dell’ordine e l’imminente arrivo dei militari dell’Esercito, in città ci sono alcune zone franche, dove la presenza di polizia, carabinieri e vigili non sempre riesce a coprire l’intero territorio.

E’ il caso di Pianura, periferia occidentale di Napoli, dove da giorni i residenti lamentano l’eccessiva presenza in strada di persone. Dai ragazzini che giocano a pallone ad adulti che non ce la fanno proprio ad evitare assembramenti in strada. Ai cosiddetti incivili si aggiunge chi ogni giorno è in giro per lavoro.

LA ZUFFA – Ad agitare ulteriormente gli animi c’è poi un video che sta girando da qualche ora sulle chat e che riprende una lite a mani nude avvenuta in mattinata, poco prima di mezzogiorno, in via Comunale Vecchia. Coinvolti un ragazzo, che transitava a bordo della propria auto, e alcune persone residenti nella zona. Non sono chiari i motivi del litigio scaturito poi in un folle zuffa. Qualche testimone riferisce che alla base delle “mazzate” ci sarebbero motivi riconducibili all’eccessiva presenza di persone in strada. Ma al momento non vi è alcuna conferma su questa ipotesi.

Resta però l’episodio di violenza e inciviltà, alla quale hanno assistito decine di persone. Il traffico della zona è rimasto bloccato per alcuni minuti prima che il ragazzo coinvolto nella lite salisse a bordo della propria vettura per allontanarsi.

LA TESTIMONIANZA – “Io abito nella zona e  poco prima è successa una rissa e si sono dati tante di quelle mazzate che non avete idea, c’era tanta di quella gente per strada che non si contava, ma di cosa vogliamo parlare?” commenta una ragazza che poi aggiunge: “Passeggiano come se niente fosse. Sono uscita fuori al balcone e ho urlato come una pazza, sono tre settimane che sto chiusa in casa: sono incinta e devo tutelare il mio bambino. Qui c’è gente che muore ma lo volete capire o no? Non pensate “tanto a me non succede” perché appena ci sarà il primo caso anche a Pianura voglio proprio vedere se restate chiusi nel cesso a casa oppure continuate a fare le passeggiatine”.

CASI POSITIVI ANCHE NEL QUARTIERE – Quello che la futura mamma non sa è che anche a Pianura ci sono casi, in verità pochi, di persone risultate positive al Coronavirus. In Campania ci sono 749  contagiati (dato aggiornato all’ultimo bollettino diffuso poco dopo le 22 dall’Unità di Crisi della Protezione civile), a Napoli città 167. Nel quartiere partenopeo i casi si contano sulle dita di una mano ma ci sono. Si tratta anche di persone giovani che si trovano in quarantena domiciliari perché sono considerati in buone condizioni.

“Restate a casa, non vi state facendo la villeggiatura. Rispettate quanto imposto dal Governo perché è per il vostro bene” commenta un utente sulla pagina Facebook “Pianura e dintorni”.